IL PROGETTO VOLLEY S3

La Federazione Italiana Pallavolo rivolge al mondo della Scuola un nuovo progetto dinamico, giovane e immediato, dal nome VOLLEY S3, dove la lettera “S” sta a indicare la parola inglese SPIKE, “schiacciata”, principale elemento attrattivo della pallavolo, mentre il numero “3”, come tre passaggi, tre giocatori e le tre parole chiave del progetto: SPORT, SQUADRA e SALUTE.

Il progetto VOLLEY S3 introduce un nuovo modo di avvicinarsi al volley ponendo il divertimento al centro dell’attività, con un percorso didattico basato sul GIOCO, attraverso il concetto di FACILITAZIONE e FLESSIBILITA’ per quanto riguarda le dimensioni del campo, l’altezza della rete, il numero di giocatori in campo e le regole di gioco adattate alle varie età e a tutti i livelli di abilità.

Con il VOLLEY S3 le attività sono programmate per garantire un’esperienza di gratificazione e divertimento, presupposto imprescindibile dell’apprendimento motorio. Un percorso formativo basato sull’apprendimento “dal facile al difficile” e “dal semplice al complesso”, con una motivazione a migliorarsi.

Gli obiettivi perseguiti dal progetto sono atti a:

  • ampliare gli schemi motori statici, dinamici e posturali;
  • incrementare e rendere continuativa l’attività sportiva scolastica;
  • perfezionare le capacità coordinative generali e speciali;
  • apprendere abilità motorie per evitare l’insorgere di paramorfismi e per prevenire infortuni;
  • sviluppare l’autonomia, la capacità di iniziativa personale e il senso critico;
  • migliorare i comportamenti relazionali per interagire con gli altri;
  • migliorare l’integrazione e l’inclusione di tutti gli alunni;
  • sviluppare il concetto di collaborazione nel rispetto e nella valorizzazione delle diversità;
  • esaltare il valore del rispetto delle regole in ambito sportivo e sociale, migliorando la capacità di autocontrollo per ridurre l’agressività verso se stessi e verso gli altri;
  • avviare gli studenti al gioco della pallavolo in tutte le forme possibili, nel pieno rispetto dei valori dello sport.

La progressione dell’apprendimento prevede tre livelli di abilità crescente: base “WHITE” per i più piccoli e meno esperti, intermedio “GREEN” per apprendere le dinamiche del Volley S3 e il livello avanzato “RED” che utilizza le stesse dinamiche della pallavolo dei grandi.

Il gioco ha un grande valore per lo sviluppo intellettivo dello studente perché quando gioca impara a essere creativo, sperimenta le proprie capacità cognitive, scopre e sorprende sé stesso e, attraverso la sorpresa, acquisisce nuove modalità per entrare in relazione con il mondo esterno e con i suoi coetanei. Nel gioco lo studente sviluppa le proprie potenzialità intellettive, affettive e relazionali. Risulta quindi evidente come il gioco sia un’attività altamente significativa per la crescita dei giovani perché svolge una funzione strutturante dell’intera personalità.

L’esperienza del gioco insegna a essere perseveranti e avere fiducia nelle proprie capacità, si inizia a comprendere cosa si può o non si può fare, ci si rende conto dell’esistenza di regole; un processo attraverso il quale si diventa consapevoli del proprio mondo interiore e di quello esteriore, incominciando ad accettare le legittime esigenze di queste due realtà.

Per questo motivo la Federazione Italiana Pallavolo ha dedicato attenzione sia di natura pedagogica che metodologica come quella di creare nel gruppo un clima motivazionale orientato all’impegno, al miglioramento individuale e al divertimento, piuttosto che al risultato e all’eccellere rispetto ai compagni a ogni costo o, al contrario, sottraendosi preventivamente dal confronto.

VOLLEY S3 si pone anche come valido esempio di INCLUSIONE. In ogni gruppo scolastico ci sono studenti che richiedono una speciale attenzione, a volte riconducibile soltanto alla mancanza di apprendimento motorio; non è infatti insolito rilevare difficoltà nell’area motoria anche nei cosiddetti “normodotati” ed è, quindi, opportuno considerare i bisogni “speciali” degli studenti nell’accezione più ampia di questo termine, al di là di certificazioni e diagnosi.

Per favorire l’inclusione degli studenti con disabilità motorie è stato pensato di utilizzare il gioco del Sitting Volley. Questa forma di gioco ha la caratteristica di favorire l’integrazione degli studenti, considerato che il gioco da seduti “condiziona” i giocatori in egual misura, attivando un naturale processo di “adattamento” alla nuova situazione e azzerando le “diversità”.

REGOLE DI GIOCO "VOLLEY S3"
Il gioco “VOLLEY S3” ha la stessa struttura del gioco della pallavolo: battuta, ricezione, alzata, attacco, muro e difesa. La conquista del punto avviene ogni volta che la palla cade a terra nel campo avversario o si effettua un errore. La facilitazione permette di sostituire bagher palleggio ecc, con il blocco e il rilancio della palla, consentendo ai bambini di poter schiacciare sin da subito.

VOLLEY S3 NELLA SCUOLA

VOLLEY S3 è l’innovativo progetto che la Federazione Italiana Pallavolo presenta allo scopo di aggiornare ed ammodernare le proposte di gioco, su base pallavolistica, rivolte al mondo dei giovani. Una proposta organicamente rivolta al mondo della Scuola per coinvolgere con modalità semplici, dinamiche e divertenti tutti gli studenti, dalla Primaria fino alla Secondaria di II grado.

Attraverso l’applicazione sistematica dei concetti di facilitazione e flessibilità, il progetto VOLLEY S3 si candida a essere un’attività facilmente inseribile nella programmazione curriculare, oltre che un metodo per approfondimenti specifici in ambito motorio e socio educativo.

La Federazione Italiana Pallavolo mette a disposizione dei Docenti scolastici una curata guida tecnica VOLLEY S3 con le spiegazioni sulle caratteristiche del gioco e sul percorso didattico formativo che consentirà di passare dall’aula alla palestra e giocare subito per divertirsi.

TORNA SU